ATTI DEGLI APOSTOLI 3

III.
PRIMI ATTI DI PAOLO   La vocazione di Saulo.
L'incontro con Cristo è talvolta sconvol­gente e può indurre a un cambiamento radicale di vita.
Nel caso di Saulo, che prenderà nella comunità il posto che sappiamo, il genere letterario è adeguato alla grandezza dell'avvenimento (cf Dn 10,9; Gal 1,12-17).
9 1Saulo frattanto, sempre fremente minaccia e strage con­tro i discepoli del Signore, si presentò al sommo sacerdote 2e gli chiese lettere per le sinagoghe di Damasco al fine di essere au­torizzato a condurre in catene a Gerusalemme uomini e donne, seguaci della dottrina di Cristo, che avesse trovati.
3E avvenne che, mentre era in viaggio e stava per avvicinarsi a Damasco, all'improvviso lo avvolse una luce dal cielo 4e cadendo a terra udì una voce che gli diceva: «Saulo, Saulo, perché mi persegui­ti?».
5Rispose: «Chi sei, o Signore?».
E la voce: «Io sono Gesù, che tu perseguiti! 6Orsù, alzati ed entra nella città e ti sarà det­to ciò che devi fare».
7Gli uomini che facevano il cammino con lui si erano fermati ammutoliti, sentendo la voce ma non ve­dendo nessuno.
8Saulo si alzò da terra ma, aperti gli occhi, non vedeva nulla.
Così, guidandolo per mano, lo condussero a Da­masco, 9dove rimase tre giorni senza vedere e senza prendere né cibo né bevanda.
10Ora c'era a Damasco un discepolo di nome Ananìa e il Signo­re in una visione gli disse: «Anania!».
Rispose: «Eccomi, Si­gnore!».
11E il Signore a lui: «Su, va' sulla strada chiamata Di­ritta, e cerca nella casa di Giuda un tale che ha nome Saulo, di Tarso; ecco sta pregando, 12e ha visto in visione un uomo, di nome Anania, venire e imporgli le mani perché ricuperi la vi­sta».
13Rispose Anania: «Signore, riguardo a quest'uomo ho udito da molti tutto il male che ha fatto ai tuoi fedeli in Gerusa­lemme.
14Inoltre ha l'autorizzazione dai sommi sacerdoti di ar­restare tutti quelli che invocano il tuo nome».
15Ma il Signore disse: «Va', perché egli è per me uno strumento eletto per por­tare il mio nome dinanzi ai popoli, ai re e ai figli di Israele; 16e io gli mostrerò quanto dovrà soffrire per il mio nome».
17Allora Anania andò, entrò nella casa, gli impose le mani e disse: «Sau­lo, fratello mio, mi ha mandato a te il Signore Gesù, che ti è ap­parso sulla via per la quale venivi, perché tu riacquisti la vista e sia colmo di Spirito Santo».
18E improvvisamente gli caddero dagli occhi come delle squame e ricuperò la vista; fu subito bat­tezzato, 19poi prese cibo e le forze gli ritornarono.
  Predicazione di Saulo a [...]

Leggi tutto l'articolo