AUGUSTA, QUANDO SALVINI PRESE UN BITTER IN PIAZZA DUOMO - di Cecilia Càsole

Augusta.
Matteo Salvini, probabile nuovo primo ministro, nel maggio scorso, tuonò contro il cosiddetto hotspot nel porto commerciale.
La mattina di venerdì 3 novembre, alla vigilia delle elezioni regionali, il leader della Lega, ha lanciato i suoi strali contro l’hot spot non nell’area portuale, ma nel cuore del centro storico, in Piazza Duomo, ripulita per l’occasione da solerti netturbini, sotto un sole primaverile.
In ritardo, comprensibile, sulla tabella di marcia, è sceso dalla berlina con una camicia bianca immacolata, che metteva in risalto l’abbronzatura di questo tour elettorale in Sicilia.
E’ sceso con il cellulare in mano e ha passeggiato sul sagrato della chiesa madre per tutta la durata della conversazione, ma il comizio l’ha tenuto  nell’unico angolo all’ombra della piazza, accerchiato dai fedelissimi e dai curiosi, cui ha subito dichiarato che gli piace stare in mezzo alla gente e non su un palco o su uno sgabello, tant’ è che Salvini ha fatto breccia  fra gli augustani ...

Leggi tutto l'articolo