AVIS e Ministero Difesa: il frutto di un accordo

Grande affluenza di donatori di sangue tra il personale della Base Navale di Augusta L’iniziativa si inquadra nell’ambito dell’accordo tra Ministero della Difesa e AVIS       Il 4 e il 10 giugno scorsi, in occasione dell'anniversario della gloriosa impresa navale di Premuda, militari e civili della base navale di Augusta hanno donato il sangue presso i punti di raccolta istituiti dal Servizio Sanitario del Comando Militare Marittimo Autonomo in Sicilia.
 La donazione, avvenuta a breve distanza da quella effettuata dagli stessi militari in occasione  del sisma che ha colpito l'Abruzzo, ha visto incrementare ulteriormente il numero di donatori registrati nell'analogo evento dello scorso anno, rendendo sempre più rilevante il contributo che il personale della Marina offre al fabbisogno nazionale.
L'iniziativa si sviluppa nell'àmbito dell'accordo nazionale tra il Ministero della Difesa e l'AVIS che, a livello locale, coinvolge il Servizio Sanitario di Maribase Augusta, il Centro Trasfusionale dell'Ospedale Muscatello coordinato dal dott.
Salvatore Di Fazio, e la Sezione Comunale AVIS di Augusta.
"Sono felice e orgoglioso nel vedere che molti dei nostri ragazzi si offrono con slancio per donare il sangue.
Anche questo testimonia l'attenzione e l'impegno della Marina Militare nell'amplificare il messaggio che l'AVIS diffonde al fine di sensibilizzare la cultura della donazione e della solidarietà" ha così dichiarato il Comandante Militare Marittimo Autonomo in Sicilia, ammiraglio di divisione Andrea Toscano, al termine della sua stessa donazione avvenuta nelle prime ore della giornata lavorativa.
La sistematicità con cui il personale della base navale si offre per la donazione è stata lo spunto per la costituzione nell'ambito della Sezione AVIS di Augusta di un gruppo AVIS Marina Militare Augusta.
       C.C.  -    nella foto in alto:  l' infermeria autonoma della marina militare ad Augusta

Leggi tutto l'articolo