Abeti di biscotto (post figo!)

Finalmente m'è riuscito combinare qualcosa di decente in cucina.
E quindi faccio un post figo, come se sapessi cucinare...
Innanzitutto, munitevi della ricetta delle frolle di Santa Lucia, che trovate sul blog di Gata:http://blog.alice.it/gata78 Prendete poi degli stampini a forma di stella, di 3 misure: piccola, media e grande.
Per ogni alberino, tagliate 3 stelle piccole, due grandi, due medie e una mezza stellina piccola.
Non credete a chi vi dice che la pasta frolla è l'impasto che perdona qualsiasi errore (tranne dimenticanze in cottura): per esperienza vi posso garantire che ha un caratteraccio, e che se cominciate a reimpastarla troppe volte vi dirà "aho', chebbuò?" e si sbriciolerà in forno.
Quindi, cominciate a intagliare le stelle più grosse, e nei ritagli quelle più piccine, cercando di ottimizzare  ogni sfoglia.
Come potete vedere dalla foto, finirete coll'avere infornate di biscotti di ogni taglia.
In più, a meno che non siate delle miracolate in grado di stendere la pasta uniformemente col mattarello, i biscotti avranno diverso spessore.
Quindi, 5 minuti prima della fine della cottura, aprite il forno, e levate i biscotti che si stanno abbrustolendo (solitamente quelli più piccini), rimettendo dentro gli altri più ciccioni.Quando i biscotti si saranno raffreddati, preparate la glassa (1 albume montato a neve ferma + 200 gr di zucchero a velo), e cominciate ad assemblare gli alberini, mettendo una stellina piccina come base, quindi due stelle grandi, due medie, due piccine, e infine la mezza stella come puntale.
Badate bene di non mettere troppa glassa, o gli alberini si sentiranno in dovere di cappottarsi (specialmente le punte), o, peggio, di imitare la torre di Pisa.
Lasciate gli alberini ad asciugare per almeno 12 ore, quindi preparate un'altra glassa, leggermente più fluida (1 albume montato a neve ferma + 150 gr di zucchero a velo), e cominciate a coprirli con uno strato più o meno uniforme, insistendo sulle magagne (punte spezzate, stelle non allineate ecc.), quindi spargete codette/palline di zucchero colorato.
Fate asciugare gli abetini per altre 12 ore.
Approfittatene per passare l'aspirapolvere: le maledette codette/palline di zucchero colorato sono molto curiose ed amano esplorare gli angoli più lontani ed inopportuni della casa (Guaio ne ha trovate un gruppetto annidato nelle sue scarpe).
Quando avrete finito di pulire casa, avvolgete gli alberini, ormai asciutti in un quadrato di cellophane, infiocchettate e mettete un bigliettino col nome del destinatario.
Poi tornate a pulire [...]

Leggi tutto l'articolo