Accelerazione, Cambiamento e i Maghi Erranti

Accelerazione, Cambiamento e i Maghi Erranti Sono in molti ad aver capito che con l’accelerazione del tempo cui siamo sottoposti viene accelerata anche la propria evoluzione interiore.
Sono in molti ad aver accettato che i disastri nei quali si vengono a trovare non sono punizioni divine e che l’aumento della negatività non è altro che la gigantesca ripulitura cui l’intero nostro pianeta viene spinto, come se il subconscio collettivo (oserei dire planetario ma non ne ho il coraggio) fosse sottoposto a un grandissimo processo di bonificazione che comporta un temporaneo riemergere di ‘mostri’ antichi, neanche tutti di nostra proprietà.
Alcuni di noi si sono trovati stanchi, demotivati, spenti e senza entusiasmo, altri in preda a vecchie emozioni che credevano di aver superato o al ripresentarsi di vecchi problemi.
Per qualcuno ciò che prima sembrava divertente ora ha perso il suo mordente e quello che sembrava terribile non fa più così paura.
Le mete a cui tendevamo ansiosamente sono improvvisamente divenute poco più che un banale punto d’appoggio e non più il motore che spingeva le nostre azioni.
Ciò che è passato e che sta cercando di morire viene strappato via da noi senza che possiamo farci niente e per alcuni la situazione si è fatta piuttosto grave.
Beh, sappiate che tutto ciò è normale.
L’iniziazione collettiva è principlamente questo.
E’ nell’aria da almeno dieci anni, ma solo ora qualcuno (me compreso e ancora fatico a riconoscerlo) si rende conto che è proprio vero che l’energia sta cambiando e che tutto cambia con questa energia.
Non si tratta più solo di una favoletta new age raccontata da qualche canalizzatore.
Il distacco e il lasciar andare tutto quello che ‘sembra’ ci venga portato via è la vera chiave per uscire indenni dalla transizione.
Quello che si sta staccando da noi sono solo ed esclusivamente ‘memorie’, ‘forme pensiero’ e ‘aggregati psichici’ di varia natura e provenienza che all’anima non servono più per evolvere e nemmeno a noi se solo ci permettessimo per un attimo di lasciarli andare.
Oltre a questo, il lasciar andare tutto il ‘vecchio’ (vecchie culture, vecchie religioni, vecchi legami, vecchi lavori, vecchie abitudini e così via) ci permetterà di diventare pienamente ‘noi’ e riguadagnare una cospicua parte del nostro potere.
Molti di noi potrebbero essere inoltre chiamati a una nuova occupazione e cioè quella che, con riferimento alla calzantissima figura di Gandalf nel Signore degli Anelli, ho battezzato come ‘Mago Errante’ [...]

Leggi tutto l'articolo