Accordo Francia-Italia sul nucleare

Salve a tutti, Il Presidente del consiglio Berlusconi ha siglato con Sarcozy un accordo nel quale è stato deciso che anche l'Italia ricorrerà all'energia nucleari.
Dovrebbero essere costruite 4 centrali, e i primi lavori dovrebbero iniziare nel 2013.
Quindi forse l'Italia riuscirà a diminuire l'emergenza  energetica, che oggi la lega indissolubilmente alle forniture dalla Francia e dalla Russia.
Ma il nucleare sarà sufficiente? Probabilmente no, quattro centrali sono poche.
Quel che ora dovrebbe farsi in attesa della costruzione delle centrali, è come auspica il Presidente Napolitano, cioè la diversificazione delle fonti.
Quindi Gas, Petrolio, ma soprattutto le fonti rinnovabili, le quali sono sia pulite, il che è importantissimo, ma sono anche rinnovabili...non hanno fine.
Tra queste ricordiamo l'eolico, ma soprattutto l'energia solare.
La Germania è all'avanguardia in questo senso...ma è possibile che l'Italia, un paese in cui il beltempo è sicuramente maggiore che in un paese come quello tedesco, non si sfrutti l'energia solare? Per quanto riguarda l'eolico molti potrebbero dire che spesso deturpa il paesaggio, ma per il solare questo nemmeno avviene.
Infatti basterebbe installare panelli solari sugli edifici.
Il ministro Tremonti quest'anno non ha confermato il finanziamento pubblico per i privati che voglio installare i panelli solari, e questo non può che ridurre la domanda.
Fortunatamente ci sono anche realtà positive.
Per esempio nel mio Paese, Polignano a Mare, si sta lavorando per far si che gli edifici pubblici siano alimentati dall'energia solare, in un progetto che richiederà qualche anno, ma perlomeno renderà il paese autosufficiente energeticamente, per non pasrlare degli indubbi vantaggi per l'ambiente.
  Modesto

Leggi tutto l'articolo