Addio al segretario premier? La base Pd si scalda, Renzi fa capolino

La proposta di Martina agita i Dem. La resa dei conti è prevista per sabato prossimo all’hotel Ergife di Roma dove si rischia il primo vero strappo politico della segreteria Zingaretti
Addio al segretario premier. Il momento dello showdown è fissato per sabato prossimo, nell’aria condizionata dell’hotel Ergife di Roma.
Nella torrida estate romana, minaccia di consumarsi il primo vero strappo politico della segreteria Zingaretti, ma soprattutto il cambiamento antropologico del Partito democratico.
LA PROPOSTA DI MARTINA
Il primo a lanciare il sasso ( e a ritirare subito la mano) è l’ex segretario Maurizio Martina, cui Zingaretti ha dato la guida della Commissione Statuto. Nome burocratico ma tema caldissimo, Martina spiega che «il segretario non sarà automaticamente il candidato premier» e anticipa che «il partito verrà rivoltato come un calzino».
In sintesi, addio per sempre alla vocazione maggioritaria di veltroniana memoria e un duro colpo anche al meccanismo delle primarie come st...

Leggi tutto l'articolo