Aereo fa acrobazie e si schianta contro una villetta. Morto il pilota

Fatale impatto contro il balcone di una villetta a schiera.
La vittima è Stefano Rosa, un ex Frecce Tricolori                     MILANO - Era impegnato in una serie di acrobazie, nell'ambito di alcune esercitazioni di volo, l'aereo precipitato giovedì mattina (un Siae Marchetti SF260) dopo essersi schiantato contro il piano superiore della casa di un gruppo di quattro villette a schiera a Rozzampia.
L'incidente è avvenuto a circa 300 metri dalla pista di atterraggio dell'aeroporto di Thiene (Vicenza).
Il pilota, il comandante Stefano Rosa, ex Frecce Tricolori, è morto carbonizzato.
LA DINAMICA - Al momento dell'incidente, il proprietario dell'abitazione, un poliziotto, si trovava nel garage e ha solo sentito un boato provocato dall'impatto del velivolo contro il balcone della sua abitazione, mentre la moglie pare fosse in una stanza al piano terra.
L'aereo ha "centrato" la camera della figlia di 13 anni, che invece era scuola.
Il velivolo, finito nella stanza con la parte anteriore, ha preso fuoco e il pilota è morto carbonizzato.
I vigili del fuoco, intervenuti tempestivamente, hanno spento l'incendio prima che le fiamme si propagassero per l'abitazione.
I resti dell'aereo e la villetta sono stati posti sotto sequestro.
Sul luogo dell'incidente sono intervenuti i carabinieri di Thiene e personale dell'Enac che sta collaborando alle indagini.
// //--> // //-->  EX FRECCE TRICOLORI - La vittima è Stefano Rosa, originario di Senigallia: il comandante viveva con la sua famiglia a Gradiscutta di Varmo (UD).
Ex Frecce Tricolori, era solista della pattuglia The Red Bulls.
Oltre al volo coltivava un’altra grande passione, il golf, di cui è un vero fanatico.
Nell’Aeronautica Militare aveva prestato servizio presso il Corso Vulcano 3°.
 

Leggi tutto l'articolo