Aeroporto Genova, stabile il 2017 con 24% di crescita prevista quest'anno

(Teleborsa) - L'aeroporto internazionale di Genova "Cristoforo Colombo" chiude il 2017 con un bilancio di circa 1.250.000 passeggeri.
Da considerarsi positivo nonostante il calo generale dell’1,6% dovuto principalmente al calo delle crociere, che nel 2016 avevano generato 55 mila passeggeri con i voli charter, e alla crisi Alitalia che ha penalizzato il collegamento con Roma.
Decisamente buono il dato relativo al traffico di linea nazionale ( 4,6%) registrato dalla società di gestione "Aeroporto di Genova S.p.A.", merito soprattutto dei collegamenti di Volotea verso Sardegna, Campania, Sicilia e Puglia.
In crescita anche il traffico internazionale ( 0,6%).
Il mercato ha risposto bene all’offerta dei collegamenti per Santorini, Atene, Ibiza, Palma di Maiorca e Minorca, al nuovo volo per Francoforte di Lufthansa e all'estensione del volo per Cagliari di Volotea durante l’orario operativo invernale.
A fine 2017 sono stati annunciati i nuovi voli easyJet per Londra (dal 27/3), Manchester (dal 29/3) e Bristol (dal 2/6), l’avvio del collegamento charter da Tel-Aviv della compagnia Israir, il Genova-Copenaghen di SAS da fine marzo, il potenziamento dei collegamenti con Amsterdam, Parigi e Francoforte, e il nuovo volo per Atene di Aegen Airlines (in aggiunta a quello di Volotea, che a sua volta ha introdotto i nuovi voli per Madrid, Mykonos e Lampedusa (sempre di Volotea).
Nelle prossime settimane attese novità sulle direttrici per il nord Europa e sulle tratte nazionali.
Il 23 gennaio prenderà il via il nuovo volo Genova-Trieste di flyValan.
Grazie ai numerosi hub collegati (Parigi, Amsterdam, Monaco, Francoforte, Londra, Copenaghen, Roma, Mosca e Atene), saranno oltre 600 le destinazioni nel mondo raggiungibili da Genova con un solo scalo.
Grazie ai nuovi collegamenti di linea, per il 2018 si prevede un aumento di traffico di circa il 24%, per un totale di oltre 1,5 milioni di passeggeri.

Leggi tutto l'articolo