After Dark - Haruki Murakami

After Dark - Haruki Murakami Mi viene difficile parlare di un libro che mi è piaciuto tanto ma che non consiglierei a molti.
Già innanzitutto meglio dirlo subito non è un libro per tutti, benché pochi leggendolo non ne rimarrebbero affascinati.
Bisogna vedere cosa ci si aspetta da un romanzo! Come per ogni forma artistica, la cultura che lo produce ne racchiude anche i segreti.
Voglio dire che per i giapponesi a volte i valori sono diversi da quelli occidentali.
Hanno giardini senza erba ma fatti di sola ghiaia, hanno alberi da frutto in cui i frutti sono stai sacrificati a splendide fioriture, hanno storie in cui la storia non c'è! Così veniamo al dunque: di cosa parla questo lungo racconto? Si potrebbe dire che narra diverse storie di personaggi che condividono un tempo ed uno spazio, ma non so se ciò risulterebbe esatto ad una più attenta osservazione.
Io credo che parli della notte, del buio, dell'oniricità ad essa legata dell'analisi introspettiva che ognuno fa una volta a letto, spenta la luce e avvoltosi belle lenzuola, quando forse finalmente fermi facciamo un bilancio che può sembrare della giornata  appena trascorsa, ma che in realtà abbraccia la vita in senso stretto e in generale, solo che qui tutto questo avviene nelle strade di un quartiere di Tokio.
Come tutto ciò che il nostro sguardo non può definire, questo romanzo trascendendo i fatti punta sulle suggestioni, sulle emozioni, sulle sensazioni, si respira un aria da sogno percepita piuttosto  con la pelle che con la mente.
I fatti ci mostrano innanzitutto una giovane diciannovenne, Mari, in procinto di trasferirsi all'estero e che si concede una notte di vagabondaggio forse nella speranza che un'illuminazione la colga e dissipi le ombre che avvolgono il suo cuore, Mari rimpiange la mancanza di rapporto con la  sorella Eri, l'esatto opposto di lei, che forse per ragioni simili alle sue si è chiusa  "volontariamente" un sonno profondo che dura da due mesi! In questa notte Mari incontrerà altri personaggi, Takahashi, giovane musicista che suona  il trombone in una jazz band per l'ultima volta prima di cambiar vita; Kaoru, ormai manager di un love hotel, con prestigioso passato da atleta; Korogi dipendente dello stesso love hotel che fugge da qualcosa/qualcuno che non ci è dato sapere; una diciannovenne cinese, prostituta, picchiata da un cliente e dal suo protettore che continuerà a cercare il colpevole passandogli accanto senza vederlo; Shirakawa, il colpevole, impiegato in un ufficio della zona, tutti tratteggiati con poche vaghe [...]

Leggi tutto l'articolo