"Al di là della linea bianca", settimo romanzo di Sergio Consani

La vera storia di Marco Brucioni
La storia vera di Marco Brucioni inizia sin da quando, alle scuole elementari, rifiuta le regole, la disciplina, le imposizioni. La maestra, per punire i “cattivi”, traccia una linea bianca con il gesso sul pavimento, in un angolo dell’aula, e relega l’alunno in quello spazio, sotto gli sguardi degli altri bambini, imponendo di non superare quella linea. Marco invece la supera.
Da qui inizia la sua vita da ragazzo terribile, sempre leader nel gruppo degli amici, non ha paura di niente, coinvolge i compagni nei furti all’interno dei negozi, poi inizia a vendere droga leggera, così, per racimolare un po’ di soldi.
Ma il denaro è diabolico, ti spinge a farne sempre di più, e allora si passa a spacciare cocaina e eroina, fino a che anche Marco inizia a drogarsi.
Lo arrestano a diciotto anni, conflitti con i genitori e i fratelli, la morte del padre, il suicidio del fratello, i v...

Leggi tutto l'articolo