Alba Parietti: «Se il pallone in tv è donna, merito delle mie gambe accavallate»

Ha una personalità così forte, dominante, che perfino gli uomini hanno paura di lei. Televisivamente parlando, ovviamente. Perché sono pochi i maschietti a cui non piace vedere l’Alba. Da vicino, soprattutto. È stata la prima, proprio in virtù della sua forza, a buttare giù con una spallata il muro che divideva le donne dal calcio. In tempi in cui il pallone rotolava ben lontano dalle conduttrici.
Alba Parietti, è bastato uno sgabello per conquistare i calciofili?
«Diciamo che è stata una scommessa improbabile vinta. Andavo contro la corazzata di Aldo Biscardi, eppure hanno deciso di mettere una bella ragazza seduta su uno sgabello da bar, a troneggiare, parlando di calcio».
Ma lei il calcio lo conosceva?
«Macché. Un argomento del quale non sapevo nulla. Per fortuna mi aiutava Paola Ferrari, lei sì che capisce di calcio, a spiegarmi quello che avrei dovuto sapere».
Mi sembra però che abbia lasciato il segno…
«Il mio carattere dominante è stato vincente. Fingevo di sapere tutto ma in r...

Leggi tutto l'articolo