Albania, scontri a Tirana per il corteo contro il premier Rama

Tirana, 16 feb.
(askanews) - Violenti scontri a Tirana davanti alla sede del governo albanese; migliaia di manifestanti hanno protestato in un clima di grandissima tensione con le forze dell'ordine che hanno utilizzato a più riprese gas lacrimogeni e idranti per respingerli.
Su appello dell'opposizione, i manifestanti erano scesi in piazza per chiedere le dimissioni del primo ministro socialista Edi Rama, al potere dal 2013, che accusano di corruzione.
Più volte hanno forzato un cordone di protezione e occupato il piazzale davanti alla sede del governo.
Un gruppo di un centinaio di manifestanti ha lanciato fumogeni e sassi in direzione del palazzo dell'esecutivo, protetto da un imponente dispositivo di forze dell'ordine, al grido di "Rama, vattene!".
Diverse finestre dell'edificio sono state mandate in frantumi dai sassi.
Una decina di persone sono riuscite a entrare nel palazzo dopo aver sfondato la porta d'ingresso, prima di essere allontanate dai poliziotti all'interno.

Leggi tutto l'articolo