Alberto Angela, una scoperta al Mann

(ANSA) – NAPOLI, 21 SET – Potrebbe essere l’olio d’oliva solidificato più antico mai ritrovato: è in una bottiglia di vetro conservata nei depositi del Museo archeologico nazionale di Napoli e proviene da una delle città vesuviane sepolte dall’eruzione del 79 d.C.
E’ stato Alberto Angela, accanto a Paolo Giulierini, direttore del MANN, a mostrare il reperto che ha ‘scoperto’ lavorando nei depositi del museo.
Una sorpresa mostrata nel corso della presentazione di “Stanotte a Pompei”, in onda il 22 settembre su Rai1 in prima serata.
Il reperto è attualmente studiato dagli esperti del dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli.