Alcool e sport. In vino veritas

“Il vino è una cosa meravigliosamente appropriata per l’uomo, sia in salute sia in malattia, purché lo si usi a proposito e con giusta misura, secondo la costituzione individuale”. Chi affermava questo, non era il fondatore della sagra del vino rosso primitivo di Manduria, ma il padre della medicina, Ippocrate di Coo, ancor prima della nascita di Cristo.
E’ chiaro quindi come l’alcool, soprattutto per ciò che concerne il vino, ha radici nei tempi più remoti dove la realtà si univa spesso alla leggenda. La presenza del vino nella storia trova un legame antico anche con la pratica sportiva quando, non conoscendone realmente i suoi effetti sull’organismo, lo si riteneva, secondo Milo di Crotone, unito a enormi quantitativi di carne e pane, un’arma in più per vincere le competizioni.
Attualmente il regolamento del CIO (Comitato Olimpico Internazionale) in merito al tema doping, classifica l’acool tra le “sostanze proibite in determinate pratiche sportive”.

Vino e birra



Le be...

Leggi tutto l'articolo