Alessandra Mussolini il mio cane mi ha salvato dai ladri

Ospite a "Domenica Live" Alessandra Mussolini ha raccontato che: "Il mio cane, Judy, è un po' xenofobo e razzista.
Però è un amore".
Qualche sera fa alcuni rapinatori avevano fatto irruzione nella sua villa di via Nomentana, vicino alle supercontrollate ambasciate di Afghanistan, Libia e Tunisia.
I malintenzionati sarebbero entrati nella lussuosa dimora verso le 20.
Ma non avevano fatto i conti con Judy, la ferocissima schnauzer gigante di casa.
La Mussolini ha raccontato a "Domenica Live" come Judy, la cagnolina che lei preferisce definire il mio cavallo abbia salvato i suoi averi da furto certo.
Il cane di casa avrebbe messo in fuga, insieme alla colf della villa, un manipolo di tre o quattro uomini incappucciati con accento dell'est Europa, stando a quanto riporta il Corriere.
Ma ora torniamo al racconto della Mussolini da Barbarella:"Dato che non si può mai vivere tranquilli, i ladri mi sono entrati in casa ma il mio cane li ha fatti scappare.
E questo dimostra nuovamente quanto gli animali siano meglio degli uomini.
Il mio cane, nello specifico, è un pochino xenofobo e razzista ma è un amore.
Si chiama Judy ed è uno schnauzer gigante.
Lei, proprio per indole, quando annusa quelli di sinistra, comincia ad abbaiare e non finisce più.
Quando vede la foto di Renzi invece tace e questo significa che lui non è né di destra né di sinistra." Pierluigi Diaco ha quindi chiesto alla Mussolini se Judy avesse mai incontrato Dudù, il celebre barboncino di casa Berlusconi-Pascali.
Purtroppo la risposta è stata negativa.
Ma non si sa mai...Dopo questa impresa Judy si meriterebbe proprio una gitarella ad Arcore, no?"

Leggi tutto l'articolo