Alex Zanardi:la passione muove le montagne.

A 50 anni,  e a 16 anni dall'incidente in cui ha perso le gambe,l'ex pilota di Formula Uno fa un bilancio della sua vita:“Sono un uomo fortunato, felice perché amo ciò che faccio”di Alex Zanardi    Concentrati su quello che puoi fare oggi e fallo.
Poi domani ripartirai da ciò che hai ottenuto.
E così via.
Passo dopo passo, otterrai ciò che vuoi».
Questo ripeteva sempre mio padre.
Quand’ero ragazzino non gli davo ascolto e il mio rendimento scolastico ne soffriva.
Ci ho messo un po’ a capire quanto fosse importante impegnarsi nello studio.
In seguito un amico disse che le sue parole incarnavano la filosofia giapponese Kaizen, ovvero la tendenza al miglioramento continuo.
Fu così che mi resi conto che Dino Zanardi, di professione idraulico, era un grande saggio.
Oggi seguo i suoi insegnamenti.   Dopo l’incidente in pista il 15 settembre 2001 ho subito16 operazioni e avuto sette arresti cardiaci.
Sono stato in comae non ho mai visto nessuna luce in fondo al tunnel.
Quando mi sonosvegliato...

Leggi tutto l'articolo