All'Iwsc il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Speriore Docg Cuveè Extradry eletto miglior prosecco dell'anno - Ufficio Stampa Carpenè Malvolti SpA

All'Iwsc Carpenè Malvolti con il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Speriore Docg Cuveè Extradry eletto miglior prosecco dell'anno e premiato con medaglia d'oro Rosanna Carpenè ritira il premio al Guildhall di Londra  Londra, 19 novembre 2012.- Il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Cuvée Extra Dry Carpenè Malvolti eletto Miglior Prosecco dell'anno all'International Wine & Spirits Competition di Londra, concorso internazionale fondato nel 1969 ed oggi presieduto da Mauricio González Gordon, considerato il più importante al mondo nel suo genere con  lo scopo di promuovere la qualità e l’eccellenza dei migliori vini e liquori.
Questo e' il quarantaquattresimo anno che si tiene questa importante competizione a cui partecipano 90 Paesi con oltre 8000 vini che vengono degustati da una Commissione di giudici internazionali dimparticolare prestigio, che ha assegnato al Prosecco DOCG della Carpenè Malvolti anche la Medaglia d'oro,  premiando per ben due volte nella stessa edizione lo spumante della cantina che ha dato i natali al Prosecco.
Una performance di alto livello dunque per la cantina di Conegliano, leader storica della produzione spumantistica che, attraverso le generazioni avvicendatesi alla guida dell'azienda fino ad oggi, ha significativamente caratterizzato lo sviluppo e la diffusione del Prosecco a livello mondiale.A ricevere il premio durante la cerimonia, i migliori produttori del mondo alla presenza di addetti ai lavori e stampa internazionale.
Alla premiazione tenutasi a Londra ieri sera al The Livery Hall del Guildhall, ha presenziato Rosanna Carpenè rappresentando la quinta generazione della dinastia più longeva della spumantistica italiana.     La quinta generazione della dinastia più longeva del "Prosecco", Rosanna Carpenè, mentre riceve il premio per il Miglior prosecco dell'anno a Londra "Sono molto felice ed orgogliosa di poter ritirare questo importante riconoscimento - ha commentato Rosanna Carpenè - perché rappresenta un ulteriore premio all'impegno e alla lungimiranza che la mia famiglia ha da sempre profuso per offrire il miglior Prosecco.
Dal mio trisavolo Antonio Carpenè Senior fino a mio padre Etile, ognuno ha scritto pagine indelebili nella produzione spumantistica e del Prosecco che oggi in tutto il mondo identifica il nostro territorio, oltre che l'eccellenza di un vitigno e di un vino pregiato.
Ogni anno riceviamo numerosi riconoscimenti, ma quest'ultimo assume per la mia famiglia un significato particolare proprio perché la Carpenè Malvolti è da 144 [...]

Leggi tutto l'articolo