All by myself...

E da tanto che nn scrivo i miei pensieri in questo spazio, una mancanza dovuta un po' alla poca ispirazione e un po' per far sfumare offese e rabbia che nessuno mi risparmia piu'.
Ne è passato di tempo da quando credevo e speravo che la mia vita scorresse come in una favola...
c'èra una volta....
e visse serena e contenta..., la realta' non mi ha lesinato dispiaceri, afflizioni, contrarieta', ostacoli, malevolenza, angoscia, litigi, gelosie e quant'altro.
Anche chi in cuor mio avrebbe potuto ripagarmi di tanta sofferenza, mi ha tradita bloccando ogni possibilita' di serenita' cedendo a inutili allontanamenti, dimostrando una grave incapacita' di valutare situazioni difficili.
Io non vivo all'ingrosso, al contrario, infatti do peso a quelle piccole cose che dipendono e dimostrano la qualita' della persona.
Ma non mi dolgo e non ne  faccio nemmeno cenno, non mi piacciono le polemiche gratuite e tanto meno avvitarmi in discorsi  di principio che forse è difficile far capire e che tutto sommato nemmeno mi interessa spiegare.  E' andata, tutto qui.
Sara' colpa della mia eccessiva permalosita', non lo so, ma di certo a volte faccio fatica a contenermi e non sempre riesco a rispettare chi è diverso da me.
Questo non è un bel momento, anzi, se possibile lo cancellerei dalla mia vita.  Ogni tanto mi capita di srotolare il rullino della mia memoria per ricordare, o meglio per rivivere giorni felici a cui ho dato molto.
Sembra ieri ma sono trascorsi dicianove anni da quando maggiorenne presi la mia prima macchinetta e mi sentivo padrona del mondo.
La verita' è che sto invecchiando e l'energia vitale dei vent'anni sembra ogni giorno consumarsi un po' di piu'.
Ah se potessi liberarmi di tutto quello che non va con un semplice sbuffo liberatorio sarei meno angosciata e guarderei le poche foto della mia vita con meno tristezza, prima di riporle in una busta per conservarle.  Cosi' riemergo dai miei silenzi e dalle mie solitudini gettando alle spalle ogni recente meschina vicissitudine.
Questa sera festeggero' da sola la vigilia di un Natale senza calore mentre il mondo si scambiera' auguri e regali .
Pensavo di essere abbastanza forte per reggere tutto questo peso, invece mi accorgo in piena coscienza di avere addosso un'immensa tristezza.
Fortunatamente l'albero della mia vita ha ancora rami freschi e radici forti che mi permettono di stare in piedi.

Leggi tutto l'articolo