Alla Bosch di Bari il 70% vota NO al Contratto

il Comunicato Stampa del giorno...Comunicato RSU FIOM Bosch di Bari Ieri dopo un travagliato percorso che ha portato la Rsu Fiom della Bosch di Bari ad analizzare prima ed in seguito ad opporsi all’ipotesi di rinnovo del contratto nazionale, si è svolto il referendum nella Bosch Tecnologie Diesel e Sistemi Frenanti S.P.A.
di Bari, un’ azienda con 2500 dipendenti e la seconda al sud dopo l’Ilva di Taranto.
I risultati dello stesso, hanno portato una netta vittoria del no con il 70% dei consensi, dando una chiara indicazione e un segnale molto importante, sia alla CGIL che alla Fiom, per le future contrattazioni e strategie sindacali.
I lavoratori e le lavoratrici sono ormai stanchi di contrattazioni che virano sempre da una parte (quella padronale) ed è questo il segnale lanciato dai lavoratori della Bosch, che vuole servire da esempio a tutte le altre realtà che oggi non hanno portato allo stesso risultato.
Una vera svolta democratica dove il lavoratore inizia ad avvicinarsi al sindacato, come in questa volta, e cioè rigettando l’ipotesi di accordo nazionale.
La Rappresentanza Sindacale Unitaria della Fiom CGIL della BOSCH Bari

Leggi tutto l'articolo