Alla Galleria d’arte Katàne, lectio magistralis e vibrante interpretazione

CATANIA/ Ormai è diventato un ospite fisso della galleria d’arte Katàne, nella centralissima Via Umberto, dove sono esposte in permanenza opere pittoriche e plastiche di artisti catanesi e dove, periodicamente, si organizzano appuntamenti culturali aperti al pubblico.
Il docente augustano Giorgio Càsole, con alle spalle un passato di attore al teatro greco di Siracusa, che negli anni giovanili, dopo una dura selezione,  frequentò la scuola del teatro stabile di Catania, viene invitato come ospite dalla direttrice della galleria, la pittrice Sarah Angelico, per “Lecturae Dantis” o per rivisitare testi classici, come “I sepolcri” di Foscolo o come “L’Eneide” di Virgilio.
E proprio su questo grande poema epico della romanità, è stato invitato a tenere una vera “Lectio magistralis”,  al termine della quale ha recitato, con grande trasporto, l’episodio , tratto dal libro IX del poema, di Eurialo e Niso, coppia di amici fino alla mort, modello di un’amicizia a tutta prova fino alla morte.
Anche quella di Giorgio Càsole è stata una vibrante prova attoriale, tanto che non pochi, alla fine, si sono avvicinati per confessare che, leggendo l’Eneide da studenti,  mai avevano provato forti emozioni come quelle che Càsole ha saputo suscitare in loro.
    Lina Solarino

Leggi tutto l'articolo