Alla scoperta dell'Eicma che ''non si vede'': le officine del futuro

Anche quest'anno il circo è passato in città, con il suo tendone e le sue lucine.
"Venghino siorre e siorri!" e tutti in coda per vedere le mirabolanti meraviglie che lo spettacolo delle motocliclette mette in mostra in questa settimana d'autunno dedicata alle due ruote.
Le case produttrici ad EICMA portano nuovi modelli, restyling attesi come il nuovo messia dai relativi adepti, concept bike estreme, esagerate, a volte esilaranti.
Due ruote, certo, ma anche tre di cui due davanti oppure due dietro, perchè no quattro oppure otto tutte motrici.
A scoppio, elettriche, eoliche, a pedali.
Poi musica altissima, donne meravigliose con stacchi di coscia che superano per lunghezza il motociclista italico medio nella sua interezza, luci strobo che manco al Coccoricò e tsunami di gadget.
Questo è EICMA o meglio, la parte che conosciamo tutti e per cui tutti ci mettiamo in fila.
Poi c'è l'EICMA che non si vede.
Quello delle aziende con gli stand poco popolati, lineari, eleganti senza luci e gadget, con prodotti per professionisti del settore, che investono nella fiera per fare business...
e allora ho provato a capire anche questo aspetto di EICMA.
Avete presente quelle aree riservate degli stand dove si vedono i tizi che parlano? Ecco sono andato lì.
Per la precisione da 3D Beta.
Son lì che mangiucchio e sbevacchio cose ottime quando mi raggiunge Michele Zottis, il COO di 3D Beta per raccontarmi il progetto.
L'officina di 3D Beta presso lo stand dell'Eicma Nato come spin-off di Beta utensili, 3D Beta costruisce mobili da officina per aziende top del settore e per clienti di altissimo livello.
Un atelier d'arredamento e del lusso che produce officine su misura ("bespoken" si dice) tutto rigorosamente made in Italy.
Yamaha Motor Italy, Ducati per Scrambler Camp, Dallara per la formula Indy, Enduro Republic e poi officine di auto d'epoca, collezionisti privati proprietari di "Ultimate Garage" da sogno...
mi parla con il fuoco di chi ha la visione, di chi vede una nuova via e la segue con creatività e determinazione.
Parliamo di come oggi le officine siano luoghi dove viene offerto un servizio, ma anche luoghi importanti di relazione con il cliente e di vendita.
Mentre parliamo penso a tutti i soldi che ho lasciato nelle officine e capisco che solo un divorzio con figli può fare più danni alle tue finanze di un bravo meccanico che tira fuori il pezzo giusto in un'officina come si deve.
Sono mobili da lavoro? Riduttivo e non solo per la qualità del prodotto.
In un mondo in cui per vendere bisogna prima far sentire [...]

Leggi tutto l'articolo