Allarme di Strasburgo, libertà media deteriorata in Italia

In Italia “la libertà di stampa è chiaramente deteriorata nel 2018” e “la crescente violenza contro i giornalisti è preoccupante”.
E’ l’allarme lanciato in un rapporto del Consiglio d’Europa.
Il grosso delle segnalazioni è giunto dopo l’insediamento del “nuovo governo” e dopo che “i due vicepremier Di Maio e Salvini, esprimono regolarmente una retorica particolarmente ostile a media e giornalisti sui social”.
Il presidente Mattarella ribadisce che “libertà di informazione e democrazia sono elementi inscindibili” e invita i giornalisti ad esercitare la professione con “consapevole autonomia.