Alloggiare dai produttori: una nuova forma di ospitalità

Natale è ormai alle porte e per i vostri ultimi week end e le canoniche 48-72 ore di relax lontano dall’ufficio prima della grande festa e delle abbuffate con i parenti, voglio consigliarvi una soluzione che sta prendendo sempre più piede.
Basta hotel a cinque stelle, e basta anche con i normali agriturismi, molto simpatici, ma spesso, nella loro frugale ospitalità, un po’ privi di appeal e di calore.
La nuova soluzione, perfetta per i cultori di Bacco e per tutti coloro che desiderano una full immersion in un’azienda vinicola, è il pernottamento e la sosta (da uno a più giorni) presso i produttori stessi, che tendono sempre più a dotarsi di strutture ricettive, piccoli alberghi, agriturismi, locande, country house, bed and breakfast, dove ospitare eno-viaggiatori e turisti del vino.
Ospitati in una di queste accoglienti strutture (ce ne sono di bellissime dal Piemonte al Sud), potrete chiedere al produttore di spiegarvi tutti i segreti sulle vinificazioni, i travasi, gli affinamenti in botte, gli imbottigliamenti fatti seguendo le fasi lunari, e fare così bella figura, con i vostri amici, sciorinando la vostra scienza enologica.
Un elenco delle aziende che offrono questo tipo di ospitalità la trovate sul sito Internet Cronista del Vino www.cronistadelvino.it link diretto alla sezione: www.cronistadelvino.it/pagina.
asp?menu=27 f.z.

Leggi tutto l'articolo