Almaviva:da governo stop a licenziamenti

(ANSA) - PALERMO, 13 APR - Tutto rinviato a mercoledì prossimo.
Si è concluso così il vertice al ministero dello Sviluppo economico a Roma sul piano da 2.988 esuberi annunciato dal gruppo Almaviva a Palermo (1.670), Napoli (400) e Roma (918).
Il governo, che ha chiesto la revoca dei licenziamenti, ha confermato la disponibilità ad attivare gli ammortizzatori sociali fino a novembre per arginare la crisi del gruppo, mentre l'azienda si è impegnata a verificare l'ipotesi di revocare le procedure di mobilità sottoponendo prima la questione al consiglio di amministrazione e poi in un incontro con i sindacati confederali, prima del nuovo vertice fissato al Mise.
Al governo, Almaviva ha chiesto di attuare un piano di riforma del settore dei call center che preveda sanzioni pesanti per le aziende che delocalizzano e che non applicano i contratti, un intervento con le aziende committenti per stoppare la pratica delle gare al massimo ribasso.
Il vice ministro Teresa Bellanova si è impegnato ad affrontare le questioni sollevate dal gruppo.

Leggi tutto l'articolo