Alta probabilità di ribasso per Eni

  Nel breve periodo c'è un'alta probabilità di ribasso per Eni.
Questa deduzione è stata ottenuta utilizzando come sempre il Macd Istogramma che quest'oggi ha generato un segnale Short sul Titolo ma deve essere CONVALIDATO.
Sono quattro settimane che Eni non riesce a superare con forza quota 17,50, venendo prontamente respinto ogni tentativo di superamento.
Una chiusura settimanale sotto i 17 euro confermerebbe la mia ipotesi di ribasso proiettando il Titolo a 16,70 e successivamente 16 euro in breve tempo.
La cautela è d'obbligo nel breve perché restiamo sempre vicini ai massimi dell'ultimo mese ed un loro superamento annullerebbe del tutto la previsione ribassista di breve proiettando Eni verso 18 euro in poco tempo.
Oggi il Titolo è stato trascinato dal ribasso del Petrolio con forti volumi, quindi non è da sottovalutare il movimento.
Domani potremmo aver già chiarito ogni dubbio a riguardo.
Sempre domani è possibile operare intraday: Short da 17,50 take profit a 17,20 e stop a 17,70.
Se vengono raggiunti i valori 17,20 o 17,70 prima di 17,50 NON SI OPERA.
Ultima nota riguarda il cambio euro/dollaro: oggi l'andamento è negativo, per contro le Borse sono posite.
Il ripiegamento è auspicabile fino a 1,09, ma a parer mio non si arrivà fino a tale livello; il movimento di breve dovrebbe esaurirsi già a 1,10.
Successivamente si dovrebbe tornare a correre al rialzo…e, se la correlazione del momento cambio euro/dollaro e Borse non cambia, ci aspetta un ulteriore ribasso per Borse.

Leggi tutto l'articolo