Altra serata con grande affluenza in centro Pubblico in giro fino alle tre del mattino

(G.Fr.) Secondo "Venerdì di Adria d'estate" all'insegna dei grandi numeri per Adria Shopping.
Il contenitore estivo, griffato dai commercianti del centro storico, riveduto e corretto sotto la gestione Nicola Bonamico, si rivela sempre più una carta vincente per il territorio e per l'intero hinterland.
La città è stata letteralmente presa d'assalto.
Affari d'oro per i locali pubblici, chi non ha optato o trovato un posto a sedere ha cercato il proprio momento di ristoro in una coppetta o in un cono gelato da "passeggio" e luoghi degli spettacoli stracolmi.
Su ponte Castello, attorno alle 23, era quasi impossibile transitare a piedi.
«È stata - commenta il presidente Bonamico - un'altra serata da record.
Segno che la nostra proposta va dritta al cuore delle persone e continua a piacere alla gente.
Le innumerevoli presenze ne decretano da anni il successo.
Se dopo 16 anni siamo ancora qui a tirare le fila di questa manifestazione, pur riveduta e corretta, è segno che il prodotto piace generazione dopo generazione.
Incredibile ancora una volta la risposta delle gente, Direi poi - prosegue - che nella circostanza hanno lavorato tutti, non solo i bar che ovviamente hanno sempre fatto la parte del leone.
Mi sembra, infatti, che anche sul fronte dei negozi i riscontri siano più che positivi.
Sono serate sempre più effervescenti che incontrano il gradimento del pubblico: in alcuni luoghi della città, specialmente i giovani, hanno sostato fino alle 3 del mattino.
Come in tutte le cose, ovviamente, ci sono aspetti da rivedere e correggere, come in riviera Matteotti nonostante la bravura del duo Omar e Bruno.
Dobbiamo trovare il prodotto adatto per movimentarla di più ed inglobarla nel contesto generale».
E a proposito di numeri, grandi numeri soprattutto in piazza Garibaldi al ritmo di Sabor Tropical e su palco Mazzini grazie all'esibizione dell'Mg Palestra.
Buona anche la risposta del pubblico, soprattutto giovanile, per l'angolo skate di corso Vittorio Emanuele Sud a cura di Shark Bay.
Stracolma piazza Groto per gli Endles.
Non si sono registrati invece, grandi presenze in via Chieppara dove, nonostante la solerzia degli organizzatori, l'afflusso di pubblico ha deluso le attese.
Di nicchia, infine, l'appuntamento in fondazione Franceschetti - Di Cola con "Centominuti" che ha solleticato il mondo della cultura adriese.
  Da Il Gazzettino edizione di Rovigo del 12/07/2009

Leggi tutto l'articolo