Altro che innocue! Gli effetti finora sconosciuti delle nanoparticelle sull’organismo

 
 
.
seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping
.
.
 
Altro che innocue! Gli effetti finora sconosciuti delle nanoparticelle sull’organismo
“Abbiamo scoperto che nanoparticelle di ossido di zinco, a dosi rilevanti per ciò che si potrebbe mangiare normalmente in un pasto o in un giorno, possono cambiare il modo in cui l’intestino assorbe i nutrienti o l’espressione genica e proteica delle cellule intestinali”.
È Gretchen Mahler, professoressa associata di bioingegneria, uno degli autori della ricerca condotta dall’Università di Binghamton di New York a riaccendere la polemica su ScienceDaily rispetto alle nanoparticelle. E non solo su quelle contenute in molti cibi o in altri prodotti consueti di consumo, come ha dimostrato pochi giorni fa un test svizzero che ha trovato quelle di titanio e zinco in diversi campioni.
Secondo Mahler, queste nanoparticelle di zinco, sono presenti nel rivestimento di alcuni prodotti in scatola per le loro proprietà antimicrobiche e per prevenire l...

Leggi tutto l'articolo