Altro che quotidiani!

Sono successe diverse cose vergognose perchè questo è il PAESE DELLA VERGOGNA e tutti i giorni salta fuori qualcosa.Leggete questi blog e risparmiate i soldi dei quotidiani.
da www.antoniodipietro.it CONDANNATO! Oggi l’epilogo del processo Mills che ho deciso di seguire direttamente dal blog per essere certo che i riflettori su questo fatto non si spegnessero.
Mills è stato condannato a 4 anni e 6 mesi per falsa testimonianza a copertura di Silvio Berlusconi nel processo per corruzione della Guardia Di Finanza e nel processo dei fondi neri di All Iberian.
L’avvocato inglese, in poche parole, ha incassato 600 mila dollari versati in un conto svizzero da “Mr B” per dichiarare il falso e coprire “Mr B”.
Fin qui, una storia di ordinario squallore nazionale.
Quello che non è ordinario, invece, è che se Mills è stato condannato in quanto “corrotto” significa che abbiamo anche un “corruttore”.
Ma si sa come vanno le cose in Italia rispetto agli altri paesi occidentali: negli Stati Uniti il Presidente Obama allontana i ministri che hanno problemi con il fisco; in Italia, chi corrompe un testimone, può fare il Presidente del Consiglio.
Berlusconi non è stato processato perché, per evitare il processo, si è fatto fare il Lodo Alfano.
Il processo sarebbe corretto chiamarlo Berlusconi - Mills, e non solo Mills.
Contro questa degenerazione dello stato di diritto, l'Italia dei Valori è scesa in piazza raccogliendo un milione di firme per il referendum abrogativo di questa legge immorale e incostituzionale.
Unico partito a battersi per la democrazia.
Unica opposizione.
da www.voglioscendere.it Mills di questi giornidi Marco Travaglio Per il Tribunale di Milano l'avvocato David Mills, ex consulente della Fininvest di Berlusconi, è stato corrotto con 600 mila dollari provenienti dalla Fininvest di Berlusconi per testimoniare il falso in due processi a carico di Berlusconi.
Notizia davvero sorprendente, visto che Mills aveva confessato tutto in una lettera al suo commercialista (“ho tenuto Mr B.
fuori da un mare di guai nei quali l’avrei gettato se solo avessi detto tutto quello che sapevo”) e poi alla Procura di Milano.
Mistero fitto sul nome di Mr.B, cioè del corruttore.
Il sito del Corriere, attanagliato da dubbi atroci, titola: “I giudici di Milano: Mills fu corrotto”.
Da chi, non è dato sapere.
Labili indizi, secondo voci di corridoio, condurrebbero a un nano bitumato, che poi era l’altro imputato nel processo, ma è riuscito a svignarsela appena in tempo con una legge incostituzionale [...]

Leggi tutto l'articolo