Amaduzzi politico

Antonio Montanari Filosofia e Politica nel pensiero di Giovanni Cristofano Amaduzzi (Versione non definitiva)
«Lucido testimone di una intera età».
Così Mario Rosa [1] definisce Giovanni Cristofano Amaduzzi, aggiungendo che «non a caso più volte, nel suo lessico illuministico» [2], tra la fine degli anni Settanta e l’inizio di quelli Ottanta, ricorre il termine «crisi» per indicare «il momento risolutivo» del processo storico segnato «dal susseguirsi spesso tumultuoso delle riforme».
Sia in Politica sia in Religione, conclude Rosa, Amaduzzi dimostrò sempre la consapevolezza che «una lunga stagione storica si stesse chiudendo e che tutto un mondo si avviasse verso la sua inevitabile fine» [3].
In questo scenario, in cui Amaduzzi «vedeva superato il mondo nel quale egli stesso non aveva creduto», precisa Paola Berselli Ambri, il savignanese «osservò, con l’occhio disincantato del critico e dello studioso, la bufera che travolgeva tutto il vecchio sistema», sperando nello stesso tempo «in...

Leggi tutto l'articolo