Amancio Ortega: l'idea è tutto.

Amancio Ortega nasce nel ’36 ed inizia a lavorare a 14 anni.
Fa il fattorino: consegna a domicilio i prodotti della camiceria.
Amancio si accorge che molte signore non possono permettersi un certo tipo di vestaglia perchè troppo costosa.
Ci pensa e ci ripensa.
Gli viene in mente che gli piacerebbe se tutte le donne potessero acquistare abiti alla moda.
Amancio capisce che la soluzione è abbassare i costi e offrire abiti sfiziosi ma più convenienti.
Il gioco è fatto: Amancio fondandosi su solide conoscenze, e su un ciclo controllato in ogni dettaglio, realizza che è possibile produrre, distribuire e vendere un modello simile a quello desiderato ma ad un prezzo democratico.
E’ l’idea attorno alla quale Ortega costruirà il suo successo.
Il primo negozio Zara apre i battenti a La Coruña nel 1975.
Attualmente Zara ha 2070 sedi nel mondo.
Il modello di manufacturing è integrato, verticale ed ha l'head quarter nei pressi di La Coruña.
Nato dall’incontro tra un sapere pratico ed una vision, il modello Zara emerge e si afferma a prescindere da ciò che sta scritto nei manuali di management che inneggiano all'outsourcing, alle joint venture trasnazionali, alla produzione modulare.
L'attuale mercato dell'abbiglamento a prezzo medio basso è maturo, in economia, secondo la matrice BCG, bisognerebbe “mungere la vacca” ed iniziare a disinvestire.
Tuttavia, il nosto amico Amancio continua a reinvestire nel mercato dell'abbigliamento low cost: il successo continua, ogni anno si aprono nuove sedi in tutto il mondo.
Investe anche e sopratutto in logistica, in organizzazione, in tecnologie.
Gi investimenti sono tesi al miglioramento della fondamentale caratteristica distintiva: rapida risposta agli stimoli del mercato, brevissimi cicli di produzione, continuo rinnovo dell’assortimento, veloce rotazione sul punto vendita.
Ogni 15 giorni Zara world wide rinnova la sua collezione e segue i gusti e le suggestioni contemporanee che si evolvono day by day.
Zara produce il 60% dei propri prodotti in Spagna.
Zara non fa pubblicità.
Zara non ha redazionali sulle riviste di moda.
Mentre il made in italy di lusso arranca, Zara sbanca.
E bravo Amancio!!

Leggi tutto l'articolo