Amaranto eterno fascino: realtà di un amore senza confine

AMARANTO ETERNO FASCINO: REALTA' DI UN AMORE SENZA CONFINE di Dagoberto Husayn Bellucci « Livorno è una piazza particolare, la gente non vuole campioni, ma uomini veri, disposti a sposare una causa.
» (Osvaldo Jaconi - ex allenatore amaranto) "Chi lotta può perdere - Chi non lotta ha già perso" (Striscione degli Ultras Fossa Livorno) "Per l'Unione Sportiva Livorno!!!! Baldi e fieri venite o compagni, l'inno sacro al trionfo s’intoni, salga l'urlo dei nostri polmoni: hip hurrà, hip hurrà, hip hurrà! Campi e prati baciati dal sole, Il bel mare increspato dai venti, ecco i luoghi dei nostri cimenti, i teatri del nostro valor.
L'amaranto è la nostra bandiera, giovinezza la salda speranza, nella forza la sola baldanza, fine e premio soltanto l'onor.
Bel colore di nostra divisa, non piegare un istante giammai, ma tra gli altri superbo tu vai, senza macchia, senz’ombra, o color.
Per l'Unione Sportiva Livorno, pei suoi baldi, gloriosi, campioni, s’alzi l'urlo dei nostri polmoni: hip hurrà, hip hurrà, hip hurrà! L'amaranto è la nostra bandiera, giovinezza la salda speranza, nella forza la sola baldanza, fine e premio soltanto l'onor.
Per l'Unione Sportiva Livorno, pei suoi baldi, gloriosi, campioni, s’alzi l'urlo dei nostri polmoni: hip hurrà, hip hurrà, hip hurrà!" (Inno dell'Unione Sportiva Livorno) La storia di una società di calcio si incrocia inevitabilmente con le vicende di uomini - dirigenti, tecnici, allenatori, giocatori e tifosi - che hanno rappresentato, nel bene come nel male, le sorti della squadra.
Quando la squadra in questione rappresenta una città indiscutibilmente è anche un patrimonio collettivo, sportivo ma anche culturale e sociale, di un mondo , di una realtà, che sono la metabolizzazione 'agonistica' di caratteristiche proprie ( genuine espressioni di un "locale" che è folklore e tradizione, amarcord e campanilismo ) innate negli individui che ne costituiscono l'insieme.
Scrivere di una squadra di calcio è parlare anche, soprattutto, di passione sportiva ed emozioni infinite: nella buona come nella cattiva sorte un club calcistico cittadino è , diviene e rimane l'anima di una città.
Parlare del Livorno calcio, società sportiva nata nel lontano 1915, in particolare è anche parlare del carattere dei livornesi, delle mille contraddizioni di questa città fondata nel XVImo secolo come porto franco dai Medici e diventata , nel breve volgere di un paio di secoli, il principale porto della Toscana ed uno dei più importanti scali portuali del Mediteranneo; concorrente di Genova e [...]

Leggi tutto l'articolo