Amauri: "...vedremo se la colpa era solo mia.....!"

«La mia partenza da Torino? Non riguarda la contestazione.
C'è sempre stata da quando ho vissuto in Piemonte.
Ora vedremo se il colpevole sono io»....«Io penso a me, non voglio più parlare della Juve -taglia corto Amauri-.
Da ora fino a giugno parlerò solo del Parma.
Ho parlato con Del Neri: un confronto chiaro.
Poi è arrivata la chiamata del presidente Ghirardi e tutto si è risolto».
..«E' stata una chiamata importante del presidente .
Ci sono voluti dieci anni per vestire questa maglia.
Spero tanto che ci sia la possibilità di vivere un girone di ritorno positivo»...
«Mi aspetto molto dalla mia stagione: sono critico con me stesso.
Un po' per colpa mia e un po' per gli infortuni: mi sono infortunato tre volte consecutivamente dopo un buon inizio.
Ho fatto quattro presenze in Europa realizzando tre gol».
«Voglio tornare a essere quello di prima e voglio tornare a segnare con la maglia del Parma .
A Palermo giocavo da solo in attacco: conosco i movimenti che devo fare.
Per me non è un problema.
Essere in campo con un campione come Crespo sarebbe bellissimo»....
«Sono pronto, posso fare bene da subito.
Questa mattina mi sono allenato senza dolore e mi sento bene».

Leggi tutto l'articolo