American Sniper

Bradley Cooper, né lupo né agnello, un cane da pastore.
Il nuovo film di Clint Eastwood è la storia di un uomo, un fratello, un marine, un marito, un padre: Chris Kyle, un U.S.
Navy SEAL che viene inviato in Iraq con una missione precisa: proteggere i suoi commilitoni.
La sua massima precisione salva innumerevoli vite sul campo di battaglia e mentre si diffondono i racconti del suo grande coraggio, viene soprannominato "Leggenda".
Nel frattempo cresce la sua reputazione anche dietro le file nemiche, e viene messa una taglia sulla sua testa rendendolo il primario bersaglio per gli insorti.
Allo stesso tempo, combatte un'altra battaglia in casa propria nel tentativo di essere sia un buon marito e padre nonostante si trovi dall’altra parte del mondo.
Il grande Clint Eastwood torna con questa storia bellissima, con questo lavoro ben riuscito, ai livelli di “Million Dollar Baby” e “Gran Torino”.
Il film ha una durata di circa 130 minuti ma neanche uno di essi si considera perso.
Un gran film con errori piccoli e superficiali che si possono tranquillamente ignorare.
Un cast senza nessuno di eccezionale fatta eccezione per Bradley Cooper.
Un'interpretazione magistrale che lo fa salire di livello; con questo ruolo si guadagna un posto nella lista dei grandi attori.
Riesce perfettamente ad entrare nel ruolo ed a trasmettere tutto ciò che ha all'interno il protagonista.
Una storia che si focalizza sulla storia di un uomo ma che soprattutto pone l'accento su ciò che porta la guerra.
Una guerra non solo fisica, sul campo di battaglia, ma anche dentro l'uomo che la combatte.
Una guerra che non finisce tornando a casa ma che continua sempre, che vive dentro, intenta a distruggere fino all'ultima goccia di umanità che si possiede.
Questo è l'effetto della guerra su Chris Kyle, che pur salvando molte vite, uccidendo molti nemici, arrivando ad essere una leggenda, se la porta dietro, quasi fosse un fardello da portare a vita.
Ed è proprio questo che succederà, il fardello lo porterà alla morte, una morte precoce ed insensata.
Un uomo che fa di tutto per salvare la patria e gli uomini che ci vivono ma che alla fine viene ucciso dagli stessi.
Un film eccezionale che merita di essere visto.
Voto 8 - .
-Billizful

Leggi tutto l'articolo