Amianto - Messa in sicurezza area ex Fibronit

NEWS Un parco alla memoria In 32 mesi e con 10.676.715 euro sarà realizzata la messa in sicurezza permanente dell'area dell'ex fabbrica di cemento-amianto Fibronit di Bari.
Il progetto definitivo è stato presentato oggi nella sala giunta del Comune dal sindaco, Michele Emiliano.
I lavori sul sito di interesse nazionale partiranno il prossimo anno, dovendo ancora tenersi la conferenza di servizi (forse a settembre) e, a progetto approvato, ci sarà la gara d'appalto.
"La messa in sicurezza della Fibronit - ha spiegato Emiliano - è una delle ragioni per la quale la mia amministrazione è stata eletta e la giudico la cosa più importante che ci accingiamo a completare.
Stiamo anche avendo rapporti con la curatela fallimentare dell'azienda circa la proprietà dei luoghi.
Il parco che sorgerà sarà un tributo ai tanti morti legati alla Fibronit e sarà dedicato alla loro memoria".
"Manteniamo l'impegno preso di chiudere la questione Fibronit nel secondo mandato di questa amministrazione e ne siamo contenti.
Da settembre - ha detto Maugeri - discuteremo anche dell'ex gasometro, visto che il Consiglio di Stato si è espresso sul ricorso presentato sull'aggiudicazione dei lavori di bonifica da una delle aziende interessate".
L'intervento sul sito della ex Fibronit prevede la demolizione (controllata in area confinata-tensostruttura) degli edifici contaminati da amianto, la messa in sicurezza delle macerie (frantumazione e insaccamento) e delle aree dove sono stati trovati terreni contaminati da amianto mediante isolamento superficiale, oltre all'asportazione dei terreni contaminati da sostanze inquinanti diverse dall'amianto.
Le macerie appositamente insaccate saranno posizionate nell'area confinata per poi essere, con il terreno sottostante, isolate definitivamente dall'ambiente circostante.

Leggi tutto l'articolo