Amministrative 2011 - l'Intervista a Matteo Salvini

Per le elezioni del 15 e 16 maggio, dove sarà capolista del Carroccio, si è inventato anche la Milano by night.
Diavolo di un Matteo Salvini.
Che con i suoi «boys» Igor Iezzi (segretario del Carroccio cittadino) e Alessandro Morelli (assessore al Turismo e all’identità) ha creato la Lega di lotta e di movida, spiazzando il vicesindaco (pdl, ex an) Riccardo De Corato.
Salvini, 38 anni, capogruppo in comune, europarlamentare, il più fantasioso dei giovani leoni bossiani, contro il crimine consiglia la discoteca; De Corato, invece, invoca il coprifuoco.
Salvini, che cosa combina? Lei si mette a fare il discotecaro e De Corato il leghista? Qualcuno sulla sicurezza si è svegliato tardi.
Perché è andato in discoteca? Guardi che in discoteca non ci vanno mica solo gli sbandati, ci va anche tanta brava gente che si alza presto al mattino per andare a lavorare; e magari questo a De Corato non risulta.
Insomma, lei accusa il vicesindaco di essersi accorto troppo tardi della sicurezza? Ora è facile fare i leghisti.
All’inizio del mandato del sindaco Letizia Moratti eravamo da soli a chiedere controlli in case, negozi, campi rom.
La cura leghista ha portato a risultati concreti: i rom sono scesi da 10 mila a 1.500.
E la prossima è la legislatura in cui ospiteremo l’Expo, con 20 milioni di persone, molte delle quali giovani.
Fatta l’operazione pulizia, che deve andare avanti, Milano non può ragionare nell’ottica del coprifuoco: tutti a letto alle 9 di sera.
È l’era della Lega giovanilista? De Corato è stato un gran lavoratore, utile alla prima fase.
Ora la scelta nostra di candidare come tre capilista gente sotto i 40 anni significa che Milano deve spiccare il volo per essere una vera capitale europea.
E una capitale vive di giorno ma anche di notte.
I miei modelli sono Barcellona e Berlino.
Rivolete la Milano da bere, proprio voi che ne eravate i principali detrattori? No, si tratta di lavoro.
A Milano è passata l’emergenza sicurezza, proprio perché l’abbiamo affrontata con pugno di ferro; ora la sicurezza si coniuga con la vita e con le luci.
Se chiudi i locali e mandi tutti a letto presto, chi ti resta in piazza? Il rompiscatole, il balordo, lo sbandato.
Ma probabilmente il vicesindaco De Corato si difende, visto che tutti dicono che lei sta per soffiargli il posto.
Innanzitutto ci sono da vincere le elezioni.
Non è scontato.
Il centrodestra amministra bene Milano da vent’anni, ma nessuna elezione è mai vinta in partenza.
Anche perché soprattutto nei primi anni del suo mandato Letizia Moratti è [...]

Leggi tutto l'articolo