Amnesty International: leggi anti terrorismo “orwelliane” in 14 stati dell’Unione europea

 
Nuove leggi a carattere indiscriminato stanno trascinando l’Europa verso un profondo e pericoloso stato di permanente emergenza sicuritaria. Lo denuncia Amnesty international in una dettagliata analisi rispetto ai diritti umani delle misure anti-terrorismo adottate da 14 stati dell’Unione europea: Austria, Belgio, Bulgaria, Danimarca, Francia, Germania, Irlanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Regno Unito, Slovacchia, Spagna e Ungheria.
 
Il rapporto, intitolato “Pericolosamente sproporzionato: uno stato di sicurezza nazionale sempre più in via di espansione in Europa” e pubblicato alla vigilia dell’adozione della direttiva dell’Unione europea sul contrasto al terrorismo, denuncia che tutta una serie di leggi ed emendamenti approvati alla velocità della luce sta minacciando le libertà fondamentali e smantellando quella protezione dei diritti umani raggiunta con tanta fatica.
 
“All’indomani di una scia di orrendi attacchi, da Parigi a Berlino, i governi hanno frettolosamente a...

Leggi tutto l'articolo