Amore e simmetrie

Guardate.
Una sfera, una palla da biliardo.
Perfetta, no? Simmetrica.
Da ogni parte la si giri, è sempre uguale.
Così la vediamo, e così ce l'abbiamo in testa, cioè ce l'immaginiamo.
Eppure, non è così, no no.
La osserviamo al microscopio, ed è piena di graffi, scalfitture invisibili ad occhio nudo.
Le cose simmetriche sono bellissime, ma esistono solo nella nostra testa.
Niente è simmetrico.
L'universo nasce da "una rottura spontanea di simmetria", così la chiamiamo pomposamente noi fisici.
E l'universo, e le forze che lo regolano, violano le simmetrie.
Questo si è scoperto un po' di anni fa, diciamo negli anni 50.
Dunque, seguitemi.
Niente in realtà è veramente simmetrico.
E quindi noi non siamo simmetrici.
Siamo destri, siamo mancini, abbiamo il naso storto (almeno un po') gli occhi non perfettamente uguali, i denti, chi più chi meno, un po' storti.
Che strano.
Immaginiamo qualcosa di bellissimo, che in realtà non esiste.
E non c'è niente di più asimmetrico che le nostre sensazioni, le nostre passioni, i nostri sentimenti.
L'amore è asimmetrico? Sì certo, Gesù diceva amate tutti, ma poi pure lui amava qualcuno un po' più degli altri.
Dunque.
L'amore è fortemente, violentemente asimmetrico.
E così la vita, che fluisce nei nostri corpi, e noi non possiamo farci niente.
L'universo è fatto in questo modo, e noi non possiamo essere da meno.
Perciò, le cose belle che nascono in testa, perfette, restano lì.
Ma secondo me la vera bellezza è nell'imperfezione, perchè è da lì che traiamo vita.
Soprattutto dall'amore.
Quindi, viviamo e amiamo, dimentichiamoci le simmetrie e la perfezione.
Lasciamole nella nostra mente, e respiriamo l'universo.
Love w

Leggi tutto l'articolo