Amsterdam, arte e nuove tendenze

Amsterdam, arte e nuove tendenze di Flaminia Giurato Amsterdam, arte e nuove tendenze Capitale in continuo movimento, la bellissima Amsterdam propone ad ogni stagione numerose iniziative, che siano legate ad eventi tradizionali come sono stati i festeggiamenti per il compleanno della Regina, o ad inaugurazioni di nuovi locali e mostre.
Chi viene nella capitale olandese con la voglia di divertirsi trova sempre qualche novità.
Ad incominciare dai locali, come il Vyne, sulla Prinsengracht 411, inaugurato da un rinomato studio di architettura.
Evocativo non solo nel nome ma anche negli interni, tutto è assolutamente all’insegna del vino: gran parte dello spazio è occupato da vetrine che mettono in bella mostra, esaltandole il più possibile, innumerevoli bottiglie.
Sono oltre 250 le etichette tra vini bianchi, rossi, rosè e champagne, per accontentare i conoscitori e gli amatori occasionali.
Appena entrati si è subito accolti in un caldo ambiente, seppur di stampo minimalista: questo è dovuto all’utilizzo di legno di quercia e di una forte presenza del color rame.
Non solo birra, dunque, ad Amsterdam, ma un sempre maggiore interesse per il vino che al Vyne è associato ad ottimi menu.
In zona Amsterdam Cultural Park ci si lascia coinvolgere dalle atmosfere del Flex Bar, night bar alla moda dove ogni sera va in scena un programma musicale diverso.
Ampio spazio a dj e band musicali famose che vanno incontro ad ogni esigenza musicale, dall’hip pop alla disco music, dal reggae al punk in un ambiente che vanta un sistema acustico molto avanzato.
Diviso in due sale separate, il locale è formato da una zona adibita a bar e da una zona progettata esclusivamente per il ballo.
Se sono invece le giornate culturali a destare più interesse, vale la pena dedicarsi al nuovo Museo dei Diamanti, che ospita diamanti autentici ed espone copie di celebri gioielli, alcuni dei quali appartenenti alla Casa Reale Oranje-Nassau.
Nelle otto sale del museo si può capire lo sviluppo dell’industria del diamante negli ultimi 400 anni, grazie a foto e video, e imparare a distinguere i diamanti autentici da quelli falsi.
Fino al 24 luglio, ad affiancare la collezione permanente, il museo propone una mostra interamente dedicata alla corona, con un’esposizione di magnifiche corone provenienti da tutte le parti del mondo.  Da segnalare anche la mostra di Max Beckmann, uno dei più influenti artisti tedeschi del XX secolo, con una  retrospettiva completa dei suoi lavori realizzati durante l’esilio.
Le opere esprimono il suo interesse verso [...]

Leggi tutto l'articolo