Anagrafe Pubblica” per tutti gli impianti industriali di energia rinnovabile

Il coordinamento Italia dei Valori della provincia di Brindisi, all’unanimità, aderisce e fa proprio il documento congiunto di Forum Ambiente Salute “Salento”  e dell’associazione “Save Salento – Salviamo il Salento”, ricollegandosi ed in piena coerenza con posizioni già da tempo sostenute.
L’Idv infatti ha da tempo espresso preoccupazione e ha più volte richiesto ulteriori interventi normativi per modulare la proliferazione selvaggia di energia rinnovabile sul territorio, richiamando l’attenzione sull’autentica “emergenza ambientale” concentrata soprattutto nelle province pugliesi di Brindisi, Taranto e Lecce.
Approva, quindi, il documento in toto condividendone le seguenti linee essenziali: -         L’attuazione di un’ “Anagrafe Pubblica” per tutti gli impianti industriali di energia rinnovabile e dei relativi iter autorizzativi, di eolico, fotovoltaico e biomasse, già realizzati, ancora in cantiere, o in iter autorizzativo nella regione Puglia; -         La necessità di riaffermare il principio di Legalità attraverso la “trasparenza” di tale anagrafe pubblica: provvedimento doveroso viste le recenti denunce sulla mafia nella Green Economy Industriale in Puglia, lanciate dal senatore Pisanu in qualità di presidente della Commissione Bicamerale Antimafia.
Il coordinamento Idv del Brindisino s’impegna, altresì, a sostenere e a mettere in atto tutte le azioni finalizzate alla tutela ambientale pugliese, in coerenza con quanto riportato nel documento suddetto.
    Il coordinatore provinciale Lorenzo Caiolo  

Leggi tutto l'articolo