Ancora su donne di mafia.

Ho finito di leggere il libro di Liliana Madeo, e mi sento, anche se non recentissimo di consigliarvelo.
Trovo molto attuale quanto racconta, attraverso le testimonianze di donne costrette a convivere con la mafia, o che hanno vissuto accanto ai loro uomini per scelta personale....
E' stato un cammino duro per tutte, specialmente per le giovani inconsapevoli di entrare a far parte di un mondo che ha ruoli molto ben definiti, e riuscire, pian piano, a scalzare certe convinzioni maschili.
Ho letto e non volevo crederci, di quanto sia forte la presenza femminile, se quasi tutti i pentiti, PRIMA di decidersi a parlare alle forze dell'ordine, si sono consultati con le loro donne.
Che in certi cazi hanno saputo aiutarli a decidere la cosa giusta.
Mi ha colpito la descrizione fatta da Felicia Bartolotta, che a differenza di altre, parlando del marito, dice "quando mi sono innamorata di lui lo sapevo che era un mafioso.....
"Ma l'ha sposato lo stesso, consapevole, e ha pagato cara questa scelta.
Proprio da questa frase, dal racconto della sua vita, ritengo sempre più che il libro della Ebano, Felicia e le sue sorelle, ne sia la continuazione ideale, e ve li consiglio entrambi....
Mariateresa.P.
S.
vi consigli anche di cercare su google il Centro Peppino Impastato, l'ho trovato pieno di notizie interessanti.....

Leggi tutto l'articolo