Anno Nuovo...ieri, oggi...

  Eccovi un testo di Charles Bukowski (1920-1994), dal titolo Foglie di palma ;racconta un capodanno passato , Los Angeles ,ed è la mezzanotte del 31 dicembre 1973.
Gli spettacoli pirotecnici salutano il nuovo anno – il 1974 – mentre dal cielo cade una pioggia.
Charles Bukowski riflette sul festeggiare, sul nuovo che arriva e sull’umanità in genere.
Un rapido flash sugli ultimi istanti dell’anno che passa il testimone al nuovo.
Cosa realmente cambia quando la nota continua dei clacson si spegne e i tuoni svaniscono? Resta l’uomo inchiodato alla sua realtà che inesorabilmente… passa.
    a mezzanotte in punto     1973-74     Los Angeles     ha cominciato a piovere sulle     foglie di palma fuori dalla mia finestra     i clacson e i fuochi d’artificio     erano svaniti     e tuonava.
    ero andato a letto alle 21.00     spente le luci     tirate su le coperte –     la loro letizia, la loro felicità,     le loro urla, i loro cappelli di carta,     le loro automobili, le loro donne,     i loro ubriachi dilettanti…     la notte di Capodanno mi atterrisce     sempre     la vita non sa nulla degli anni.
    adesso i clacson si sono ammutoliti     e i fuochi d’artificio e i tuoni…     tutto è finito in cinque minuti…     odo soltanto la pioggia     sulle foglie di palma,     e penso:     non capirò mai gli uomini,     ma è andata     anche questa.
   

Leggi tutto l'articolo