Ansia per la salute del Papa

CITTA' DEL VATICANO - Il Papa potrebbe essere sottoposto a dialisi.
Una misura precauzionale cui stanno pensando di ricorrere i medici che hanno in cura il Santo Padre non perché il quadro generale delle sue condizioni si sia aggravato - anzi questo è in miglioramento dopo la crisi che due settimane fa gli aveva imposto di rinunciare all'udienza generale - ma perché così gli si eviterebbe un sovraccarico renale dovuto ai numerosi e diversi farmaci che egli assume per controllare il morbo di Parkinson da cui è affetto da qualche anno.
I sanitari hanno iniziato a prendere in considerazione questa ipotesi dopo il viaggio di martedì al Santuario mariano di Pompei, dove il Santo Padre è apparso in ripresa.
Secondo quanto si è appreso, la dialisi verrebbe effettuata direttamente nell'appartamento papale in Vaticano, e non tutti i giorni.
Questa la versione ufficiale del Vaticano, anche se nel pomeriggio erano circolate voci che il Papa fosse già sotto dialisi.
La Santa Sede ha smentito, dicendo che il regime di dialisi è solo un'ipotesi al vaglio dei sanitari.
Stasera il Santo Padre, ha aggiunto il Vaticano, ha cenato nel suo appartamento con le suore e con il suo segretario Mons.
Stanislaw Dziwisz.

Leggi tutto l'articolo