Anteprima mercati – Tentativo di stabilizzazione

Nasdaq C.
Seduta molto positiva per il Nasdaq C., che chiude a 2401 (+1,39%), dopo un massimo a 2421 Già da inizio 2008, è fallito il test di 2725, infatti, l'indice, si ritrova a invertire tendenza e scende in accelerazione verso i minimi di metà agosto 2007 a 2385, la cui rottura spinge le quotazioni, provocando reazioni del tipo panic-selling, ed a testare per due volte consecutive il supporto critico in area 2200/20 (minimo a 2202,54 il 23.01).
Dopo un rimbalzo verso la resistenza in area 2400/40 (massimo a 2419 il 01.02), sono riprese con forza le vendite che sono culminate nel minimo del 17 marzo a 2155,42.
È quindi iniziata una fase di rimbalzo tecnico verso l'obiettivo indicato, la resistenza critica in area 2500/50 (massimo a 2551 il 19.05).
Per le prossime sedute: nelle ultime settimane, dopo due tentativi falliti di superare la resistenza critica a quota 2550 (il 19.05 e il 05.06), l'indice ripiegato testando ripetutamente il supporto a 2375/85, per poi tentare un rimbalzo.
Però in quest’ambiente il quadro tecnico rimane incerto: un segnale di stabilizzazione si avrebbe col superamento della resistenza in area 2475-2500.
Solo un assestamento al di sopra di 2550 fornirebbe un segnale convincente che la fase correttiva del primo trimestre sia definitivamente dichiarata esaurita (prematuro).
Il primo obiettivo da raggiungere sarebbe quindi l'area 2600/50, ma un segnale rialzista per i mesi a venire si avrebbe solo sopra tale resistenza, con primo obiettivo i massimi di dicembre 2007 in area 2725/35.
Nuovi segnali di debolezza sotto 2375/85 (in fase di test), con obiettivo 2315, dove dovrebbero comunque tornare gli acquisti.
Rinnovata negatività su discese al di sotto di 2255/70 (improbabile).
Volatilità implicita Vxn: 26,39.
Dal minimo del 19 maggio a 19,79 la volatilità risalita fino ad un massimo a 28,56 (09.06), per poi ridiscendere verso 24,75-25 e di nuovo risalire (massimo a 28,89).
Tensioni sopra 28,70-31 (situazione ancora poco probabile).
Un segnale distensivo rassicurante si avrebbe solo con una veloce ridiscesa al di sotto di 24,75, con conferma sotto il supporto a 22,85.
Dow Jones Ind.
Seduta leggermente positiva per il Dow Jones Ind., che chiude a 11812 (+0,04%), dopo un massimo a 11924 Da inizio anno, e dopo il test di 13550 l'indice perfora 13000 e inizia a scendere in accelerazione sui minimi di metà agosto 2007 a 12500, la cui rottura spinge le quotazioni, in azioni di panic-selling, a testare per due volte consecutive il supporto critico in area 11500/650 (minimo a 11634,82 il 22.01) [...]

Leggi tutto l'articolo