Anteprima sui mercati – Calo di spinta

Nasdaq C.
Seduta leggermente negativa per il Nasdaq C., che chiude a 2431 (-0,23%) Dal massimo a ridosso di 2320 dell'11 gennaio 2010, è iniziato un veloce movimento correttivo che si è spinto in accelerazione fino a toccare un minimo il 05 febbraio a 2100.
Future sedute: il rally in essere dai minimi del 05 febbraio 2010 ha toccato un nuovo massimo il 06 aprile 2010 a 2443,50 (+93% dai minimi del 09 marzo 2009 a 1265,52).
Il superamento, confermato da chiusura settimanale, della forte resistenza a 2415 farebbe riprendere la salita con obiettivo la resistenza chiave a 2500, che dovrebbe arrestare il rialzo per molti mesi a venire.
Un segnale di perdita di spinta si avrebbe sotto 2325/45, con obiettivo 2250 e quindi il forte supporto in area 2200/20, la cui tenuta (probabile) e' necessaria per mantenere una buona impostazione per i prossimi mesi.
Volatilità implicita Vxn: 17,70.
La volatilità rimane in corrispondenza dei minimi dell'anno, al di sotto della resistenza a 20.
Un primo segnale di tensioni si avrebbe solo su risalite sopra tale livello e quindi sopra 21,50-22,75 (poco probabile), in peggioramento sopra l'area 23,50-25 (improbabile).Dow Jones Ind.
Seduta negativa per il Dow Jones Ind., che chiude a 10898 (-0,66) Dal massimo di periodo del 19 gennaio 2010 a 10729,89 è iniziato un veloce movimento correttivo verso il supporto in area 9950-10000, marginalmente perforato (minimo 9835 il 05 febbraio 2010), dopodiché sono tornati gli acquisti.
Future sedute: il rally in essere dai minimi del 05 febbraio 2010 ha portato l'indice su un nuovo massimo a 10988,06 il 05 aprile 2010 (+69,8% dai minimi del 06 marzo 2009 a 6469,95), in corrispondenza della resistenza chiave ad 11000.
Al di sopra di tale livello l'obiettivo è 11400, con estensioni (rimane poco probabili) verso l'area chiave di resistenza 11750-12000, che dovrebbe comunque arrestare il rialzo per molti mesi a venire.
Perdita di spinta solo sotto 10400/500; un segnale di rinnovata debolezza si avrebbe poi solo alla rottura di 10100/200 (poco probabile).
S&P 500 Seduta negativa per l'S&P 500, che chiude a 1182 (-0,59%) Dopo avere toccato un nuovo massimo di periodo il 19 gennaio 2010 a 1150,45 è iniziato un veloce movimento correttivo con un minimo il 05 febbraio 2010 a 1044, dopodiché sono tornati gli acquisti.
Future sedute: il rally in essere dai minimi del 05 febbraio 2010 ha portato l'indice su un nuovo massimo a 1191,80 il 06 aprile 2010 (+78,7% dai minimi del 06 marzo 2009 a 666,79), ormai molto prossimo alla resistenza chiave a 1200.
Sopra tale [...]

Leggi tutto l'articolo