Anteprima sui mercati –Prese di beneficio

Nasdaq C.
Seduta moderatamente negativa per il Nasdaq C., che chiude sui minimi a 2142 (-0,59%), dopo un massimo a 2184 Il crash finanziario iniziato ad ottobre 2008 ha portato ad un minimo il 9 marzo 2009 a 1265,52.
Dal 10 marzo è iniziato un forte rimbalzo, un bear market rally indirizzato verso i livelli di fine settembre-inizio ottobre 2008, sostanzialmente raggiunti.
Per le prossime sedute: dal massimo del 23.09.09 a 2167,70 l'indice è ripiegato a 2040 per poi risalire verso i massimi, toccando un nuovo picco 2009 il 21.10.09 a 2190,64 (+73,1% dai minimi di marzo).
L'indice ha pressoché raggiunto l'obiettivo finale del bear market rally, la resistenza chiave a 2200: anche se sono possibili estensioni verso 2320 (segnale chiusura settimanale sopra 2200), il focus deve rimanere sulla protezione degli utili accumulati nel passato semestre.
Un segnale di perdita di spinta si avrebbe al di sotto di 2100/30.
Discese sotto 2065/80 darebbero un segnale di maggiore debolezza (conferma sotto 2040): in tal caso possibili discese a testare 1965, ed estensioni verso il supporto critico a 1925.
Volatilità implicita Vxn: 24,52, in rialzo.
Il trend ribassista della volatilità ha finora portato ad un minimo 2009 a 20,75 (il 21.10.09), sui livelli di inizio settembre 2008 (pre-Lehman Brothers), dando così un ottimo segnale distensivo.
Nelle ultime sedute la volatilità è risalita: un segnale di nervosismo si avrebbe sopra 27,90, per un nuovo test di 29,00/90 (resistenza critica area 32,50-35).

Leggi tutto l'articolo