Antonio Montanari

9.
I temi della Cesira.
Nella primavera del '52 era ancora fresco il ricordo del Polesine.
La grande alluvione era cominciata mercoledì 14 novembre 1951, con la rottura dell'argine maestro di Occhiobello.
Nelle nostre colonie marine erano arrivati i profughi.
Era stato un susseguirsi di Giornali Radio dolorosi.
La "Catena della Fraternità" aveva portato in casa, dai microfoni della Rai, il dramma di terre che parevano lontane.
La trasmissione raccoglieva fondi, in collegamento con tutte le altre emittenti europee.
Una delle voci più popolari della radio era quella di Sergio Zavoli, che proveniva da Rimini.
Poi c'erano Silvio Gigli, Corrado Mantoni e Mario Ferretti, cronista principe delle corse ciclistiche come il Giro o il Tour.
Al passaggio delle tappe del Giro, la gente scendeva nelle strade, per una festa popolare fatta di emozioni semplici e di felicità spicciola.
I corridori erano preceduti dalla carovana pubblicitaria che accontentava la folla con il lancio di una lametta o di u...

Leggi tutto l'articolo