Antonio Montanari * Riministoria

Riministoria© Antonio Montanari
Corrado Ricci e il Tempio Malatestiano
Nel 1924 appariva "Il Tempio Malatestiano" di Corrado Ricci. E' un'opera ben nota, che ha un grande merito: "Al Ricci il monumento riminese e la cultura che esso rispecchia debbono il loro definitivo inserimento nella storia, dopo decenni, anzi secoli, di assurdi fraintendimenti" di chi aveva trasformato il Tempio in una serie di simboli romantici di fosche passioni amorose. Lo scrive Pier Giorgio Pasini che, nella ristampa anastatica (già apparsa nel 1974, presso l'editore concittadino Bruno Ghigi, ed ora riproposta in libreria), ha curato un'appendice di aggiornamento critico sull'illustre monumento cittadino.
Le oltre 600 pagine di Ricci sono esse stesse un monumento, per la ricchezza della documentazione e per lo scavo storico in quel mondo dell'Umanesimo italiano che si proietta nell'opera dell'Alberti.
Questo volume è anche il primo di una serie di testi che costituiscono la moderna bibliografia sul Tempio. Qu...

Leggi tutto l'articolo