Aperitivo in macelleria: certo che si!

Un bicchiere tra il magatello e il controfiletto..
Hanno quasi 100 anni ma non li dimostrano.
Perché se una volta erano le nonne a fare la spesa nelle botteghe di quartiere, ora sono i nipoti a frequentarle per un aperitivo o un pranzo veloce.
Succede alla Macelleria Maggio di viale Monza, nata nel 1920, e alla Pellegrini di Porta Venezia (dal 1949) dove figli e nipoti dei proprietari hanno preso in mano l’attività e l’hanno resa «pop».
Gli aperitivi del giovedì sera alla Maggio, nel cuore di NoLo, sono diventati appuntamento fisso per i giovani della zona.
«Molti amici venivano in macelleria dopo il lavoro — racconta il titolare Daniele Biassoni — e noi offrivamo un assaggio di quello che era avanzato dalla giornata, così ci è venuta l’idea di “aprire” a tutta la clientela».
Oggi agli aperitivi della Maggio passano centinaia di persone che con 15 euro bevono vino e birra gustando tartare, arrosti, spiedini e ravioli.
Ma non bisogna confondere la bottega con un bar: «L’aperitivo resta un’iniziativa saltuaria che organizziamo di tanto in tanto al giovedì ...
A proporre un’iniziativa simile è Claudio Pellegrini, terza generazione della Macelleria Pellegrini di via Spallanzani, in Porta Venezia...

Leggi tutto l'articolo