Apple orientata ad acquisire Tidal, il servizio di streaming musicale di Jay Z

Mauro Baldan per RED||Carpet La società nel cui marchio compare una mela morsicata sarebbe prossima a rilasciare un sistema per disabilitare le funzioni videocamera e fotocamera dai propri dispositivi, questo nel corso di eventi come i concerti.
Tidal, il servizio di streaming musicale nelle disponibilità di Jay Z, starebbe per passare di mano.
Secondo quanto riferito dal quotidiano Wall Street Journal, trattative sarebbero state avviate con Apple, che sarebbe orientata ad acquisire la società guidata dal magnate dell'Hip-Hop.
Altre manifestazioni d'interesse nella vendita avrebbero già riguardato Samsung, con Google e Spotify che punterebbero su una collaborazione.
Il punto è che Tidal è in sofferenza, questo nonostante l'appoggio di numerose stelle della musica, che fin dal'inizio hanno deciso di concedere contenuti in esclusiva.
Il servizio sarebbe supportato da circa 4 milioni di utenti, contro gli 11 milioni che sostengono Apple Music, alternativa a Tidal nata meno di un anno fa.
Nel frattempo, Apple sarebbe sul punto di rilasciare un sistema per disabilitare temporaneamente le funzioni videocamera e fotocamera dai propri dispositivi, e ciò nel corso di eventi come i concerti.
Si tratterebbe di un emettitore a infrarossi posizionato nelle zone dove sarebbe vietato procurarsi immagini senza autorizzazione.
Il possessore dello smartphone che comunque decidesse di procedere sarebbe avvisato con un messaggio che comparirebbe sul dispositivo, oppure le immagini ottenute risulterebbero sensibilmente sfuocate.
Ne sarà felice Adele, che da tempo manifesta contrarietà all'uso degli smartphone per catturare immagini che la riguardano durante i suoi concerti.
© RED||Carpet, 2016 | Tutti i diritti sui contenuti sono riservati

Leggi tutto l'articolo